Post

Luglio 2019. Il mare oltre le sbarre.

“Purtroppo devo salutarvi un po’ prima perché ho un altro appuntamento. Ci rivediamo tra un paio di settimane, mi prendo qualche giorno di vacanza”. “Ok, tanto noi ci trovi sempre qui. Dove vai?” “Al mare, con la famiglia”. “Buone vacanze allora e quando torni, se riesci, potresti portarmi un po’ d’acqua del mare?” Poche battute dall’ultima riunione di redazione del giornale della Casa di Reclusione, scambiate con un mio quasi coetaneo da 26 anni ristretto in carcere. Ne parlo brevemente con la mia compagna nel tragitto verso la riviera, mentre la bambina, apparentemente distratta, legge un giornalino sui sedili posteriori dell’auto. I giorni, come spesso capita in vacanza, trascorrono rapidi ed è già ora di preparare i bagagli per il rientro. La mia compagna mi dice che la bambina le ha chiesto se mi ero ricordato dell’acqua di mare. No. Scendo in spiaggia con una bottiglietta in cui ne raccolgo un po’ e metto anche della sabbia in un sacchetto. L’acqua non è delle più limpide e la sabbia…

La “ferocia degli sgomberi” negli sguardi dei bambini. Oggi a Roma come ieri ad Asti.

Notti solidali per la Sea Watch 3 e Carola Rackete.

Asti Pride, discorsi d’odio e responsabilità politiche.

Aeroporto di Bologna: “… se sei disabile tu con il tuo corpo sei un problema”.

Il sessismo nel calcio: un problema grave che interroga l’intera società.

Uno spiraglio di luce sul diritto all’abitare.

Elezioni europee e persone con disabilità.

Giornata europea per il diritto alla Vita Indipendente per le persone con disabilità.

Un'aula di "fantasmi desistenti" per Giulio Regeni ... "Come siete diventati così miserabili?"

Segnalazione ai Garanti per l’infanzia e l’adolescenza del giornale Libero per gli insulti a Greta Thunberg.